News

Le mostre di primavera

Rimini

  • La Mostra - 8½ di Federico Fellini nelle fotografie inedite di Paul Ronald

da sabato 9 marzo a domenica 7 aprile 
Mostra fotografica nel solco degli eventi "Verso il 2020, 100 anni di Fellini" Mostra di 52 foto di uno dei principali fotografi di scena del cinema italiano. Paul Ronald, chiamato dallo stesso Fellini sul set di 8 ½, lascia attraverso i suoi scatti una testimonianza eccezionale sul lavoro del regista.
L'esposizione è composta esclusivamente da foto inedite che fanno parte della collezione privata di Antonio Maraldi.
Dove: Galleria dell'Immagine, via Gambalunga, 27. Info: 0541704486. www.bibliotecagambalunga.it
Orario: mercoledì, giovedì, venerdì ore 16-19 sabato 10-12 / 16-19

  • 'Doni' dell'Epifania al Museo della Città

La collezione Renzo Sancisi. La collezione riguarda i Calici Liturgici dal XV al XX secolo, in prestito temporaneo, che va ad arricchire il patrimonio dell’istituzione riminese. Nelle vetrine della saletta al primo piano si possno ammirare sessantasette calici ecclesiastici, parte principale dell’intera collezione formata da Renzo Sancisi.
Nel medesimo luogo è esposto anche il famoso Crocifisso d'oro, opera manierista che la tradizione popolare attribuiva al Cellini. Occultato per salvarlo dai tanti bombardamenti su Rimini dell'ultima guerra, fu recuperato intatto nell'estate del 1945. Giunse al Museo nel 1990.
Dove: Museo della Città 'Luigi Tonini', via Tonini 1 - Rimini centro storico. Info: 0541 793851. www.museicomunalirimini.it Orario: da martedì a sabato 9.30-13 e 16-19; domenica e festivi 10-19 chiuso lunedì non festivi

  • 'Doni' dell'Epifania al Museo della Città 

Il Museo della Città ospita la collezione di 5 dipinti del pittore Edoardo Pazzini esposta nello spazio del corridoio a piano terra. Le opere, quattro paesaggi e una natura morta, sono entrate a far parte della collezione del Museo della Città nell’ottobre scorso a seguito del munifico lascito di Maria Teresa Giovannini.
Dove: Museo della Città. Info: 0541 793851. www.museicomunalirimini.it.
Orario: da martedì a sabato 9.30-13 e 16-19 chiuso lunedì non festivi.


 

Pennabilli

Mostra del Museo Mateureka su Leonardo da Vinci Le tavole vinciane nel De Divina Proportione
Anche in Romagna si onora Leonardo da Vinci con una mostra in occasione dei 500 anni dalla sua morte.
Il Museo del Calcolo Mateureka ha allestito questa mostra che presenta un aspetto poco conosciuto, ma fondamentale per comprendere meglio l’opera del grande artista.  La mostra presenta l’influsso che il matematico Luca Pacioli ha avuto su Leonardo da Vinci nel campo della matematica e della pittura.
Dall’analisi dei disegni e degli schizzi, presenti nei Codici di Leonardo, si capisce chiaramente che la matematica, presente nei suoi scritti, deve essere distinta in due periodi: prima dell’incontro con Luca Pacioli e dopo tale incontro, avvenuto a Milano nel 1496.
Riguardo alla prospettiva nei suoi dipinti, la mostra analizza tre opere: l’ Annunciazione, di età giovanile; l’ Adorazione dei Magi, del periodo fiorentino, e il Cenacolo, del periodo milanese caratterizzato dalla collaborazione e amicizia tra Luca e Leonardo. Mentre nelle prime due opere Leonardo applica la prospettiva con l’accuratezza che ogni bravo artista dell’epoca avrebbe usato per mestiere, nell’ Ultima Cena, invece, la prospettiva matematica è perfetta.
Ma il cuore della mostra è l’esposizione al pubblico, per la prima volta, di tutte le 60 tavole a colori dei poliedri che Leonardo dipinse per ringraziare l’amico Luca per le lezioni di matematica e di geometria ottenute a Milano. Queste tavole hanno un notevole interesse dal punto di vista artistico e sono stupende da vedere tanto che lo stesso Pacioli, affascinato dalla loro bellezza, le inserì nel suo volume sulla proporzione, da lui chiamata divina, e le presenta con queste parole: “le supraeme et legiadrissime figure de tutti li platonici et mathematici corpi regulare et dependenti,che in prospectivo disegno non è possibile al mondo farle meglio,…facte et formate del prencipe oggi fra mortali Lionardo nostro da Venci ”.
Una mostra pensata principalmente per le scolaresche in visita al museo e da loro fruibile da gennaio a maggio, ma aperta tutti i giorni, anche ai visitatori singoli, nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019.
Orario: 9.30 - 12.30;  14.30 - 17.30
Visite scolastiche o gruppi organizzati tutti i giorni su prenotazioneIngresso: 5 euro
ingresso con visita guidata: 6 euro (min. 10 persone). Ultimo ingresso 40 minuti prima della chiusura
Fino al 31 agosto 2019
Dove: Piazza Garibaldi, 1. Info: 0541 928659, 338 2406649. http://www.mateureka.it

Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.