News

Mostre a Rimini.

Crono e le ore, fino a giovedì 18 gennaio
Mostra delle opere di Mario Formica.
Nelle opere di Mario Formica il visitatore può ammirare una combinazione di arte medioevale e riciclo elettronico. Le opere sono rielaborazioni di un’arte italiana ancora imberbe che attraverso Giotto arriva alle grandi intuizioni matematiche di un Piero Della Francesca, opere che possono dirsi in effetti reperti archeologici di un prossimo futuro.La mostra è visitabile nella bottega orafa di Roberto Fenzl, artigiano e designer. Dove: Rimini Jewels, via Cairoli, 9 - Rimini centro storico, tel.  333 7553973. www.formicamario.com. Orario: orari di apertura della bottega orafa. 


Ph Neutro Collection
: i colossi della fotografia mondiale in mostra a Rimini fino al 18 gennaio 
Arte fotografica contemporanea all' Augeo Space Art. Augeo, storica dimora di corso d’Augusto 217, apre le porte a “Ph Neutro Collection”. Le opere, riuniscono esperienze e percorsi diversi di autori internazionali con nomi del calibro di Sebastiao Salgado considerato da molti il più grande fotografo contemporaneo vivente, Thomas Struth tra i più influenti e quotati dei nostri giorni, Mario Giacomelli tra gli italiani più riconosciuti al mondo, l’icona geniale della fotografia provocatoria Andres Serrano, l’innovatore-sognatore oltre i canoni fotografici Duane Michals. Ansel Adams tra i più importanti fotografi paesaggisti di sempre, Robert Frank personaggio di culto considerato tra i più importanti esponenti della storia della fotografia, Nan Goldin artista statunitense presente attualmente alla triennale di Milano, J.P. Witkin ritenuto tra i maggiori e più originali fotografi viventi, l’onirico, geniale, fantasioso Paolo Ventura. I visitatori possono ammirare anche la pittura fotografica di atmosfere perdute di Brassesco & Passi Norberto, le opere del maestro del paesaggio Michael Kenna, i luoghi aperti, in determinati e affascinanti di Renate Aller, la botanica che diventa pura arte di Beth Moon. In mostra Jefferson Hayman le cui opere sono esposte nei più grandi musei del mondo come il Moma di New York (tra i suoi collezionisti ci sono anche Bill Clinton e Robert de Niro) le straordinarie stratificazioni fotografiche di Kamil Vojnar, le spettacolari immaginidi Jimmy Nelson e poi TerryO’Neill il celebre ritrattista in mostra con uno scatto di Brigitte Bardot, il multimediale Occhio Magico, l’artista metropolitano Marco Bertin.
Si tratta di artisti di fama internazionale ed artisti rappresentati in esclusiva sul mercato italiano da Ph Neutro riconosciuta tra le migliori gallerie di fotografia attive nel nostro Paese.
La mostra fa parte del progetto di Cartello Rimini. Dove: Augeo Art Space, Corso d'Augusto, 217 (Palazzo Spina). Info: 0541 53720. www.augeoartspace.it. Orario: dal martedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, lunedì e domenica dalle 16 alle 19.


Galleria dell'Immagine: Una pausa, fino al 28 gennaio 
Mostra personale di Agostino Marchetti. La pausa in realtà è quella che Marchetti si prende dal silenzio riservato con cui in questi anni si è discostato dalla scena espositiva pur continuando a lavorare con discrezione e continuità, appartenendo a quella tipologia di artisti che abbracciano l’esercizio artistico con la particolare affezione per le ricerche solitarie. Nasce a Rimini nel 1953, si diploma all’Accademia di Belle Arti di Ravenna nel 1977 continuando ad esercitare sia pittura che scultura. Al suo agire concorrono molte voci dell’arte moderna anche di tendenza astratta e informale, dimostrando di coltivare la costanza del mestiere e di saper contenere al proprio interno una pluralità di espressioni. Dove: Galleria dell'Immagine, via Gambalunga, 27. Info: 0541 704416. Orario: da martedì a sabato 9.30-13 e 16-19; domenica e festivi 10-19. Ingresso libero.


Festival del Mondo Antico: affreschi romani ad Ariminum. Per la riscoperta di un patrimonio, fino all' 11 febbraio
Mostra documentaria dedicata agli intonaci delle domus di Ariminum al Museo della CittàLa mostra documentaria dedicata agli intonaci delle domus di Ariminum è frutto di una ricerca dell’Università di Padova (dBC) all’interno del progetto scientifico TECT sullo studio e la catalogazione della pittura romana in Italia Settentrionale. In occasione dei dieci anni dall’apertura al pubblico della domus del Chirurgo, il percorso vuole richiamare l’attenzione sul patrimonio archeologico di Rimini e, in particolare, sulle testimonianze pittoriche di età romana, ancora poco conosciute.
A cura di Francesca Fagioli, Riccardo Helg, Angelalea Malgieri, Monica Salvadori. Dove: Museo della Città, via Tonini, 1. Info: 0541 793851. www.museicomunalirimini.it/mostre_eventi/mostre_correnti  Orario: 9.30 - 19.00; domenica e festivi 10-19. Ingresso libero.


Un cronista del pennello, fino al 21 febbraio
Mostra del pittore Luigi PasquiniIn esposizione le opere di Luigi Pasquini, pittore, insegnante e xilografo riminese che per quasi sessant’anni fu la voce delle cose d’arte a Rimini, il vedutista che fermava con la sua pittura all’acquerello i luoghi pittoreschi della città storica e della marina. Luigi Pasquini restituisce in modo riconoscibile e immediato, senza formalismi, con un disincanto lieve e sentimentale il contesto della città e dei suoi dintorni.
A cura di Annamaria Bernucci, catalogo edito da Minerva con introduzione di Pier Giorgio Pasini e testi di Michela Cesarini, Umberto Giovannini, Oriana Maroni, Sergio Sermasi. Dove: Museo della Città 'Luigi Tonini', spazio Manica Lunga, via Tonini 1. Info: 0541 793851 - 704414 704416 www.museicomunalirimini.it/mostre_eventi/agenda/
Orario: da martedì a sabato ore 9.30 - 13 e 16 - 19, 

Embassy Gallery - Memorabilia, fino al 17 febbraio
Mostra personale dell'artista Luigi Pasquini
nella ricorrenza dei centoventi anni dalla nascita di Luigi Pasquini, una selezionata rassegna delle opere nella mostra 'Memorabilia”.  Per non disperdere le raccolte pubbliche e private questa mostra inserisce in catalogo un repertorio di 300 fra acquarelli, pastelli, disegni e stampe, così da permettere la divulgazione della produzione completa del pittore romagnolo. Dove: Embassy Gallery, viale Vespucci, 33, Marina Centro. Info: 335 5779745. Orario: 15.30 - 17.30 sabato e domenica.


Museo nazionale del Motociclo, tutto l'anno (periodo invernale solo su prenotazione)
Un luogo d'incontro per gli appassionati delle due ruote. Nato nel 1993, il Museo del motociclo ospita oltre 250 esemplari di 55 marche diverse, che raccontano la storia  del motociclo.Il percorso storico inizia dall'epoca dei pionieri con la prima motocicletta: la Werner; seguono le italiane Frera e Stucchi, tutte risalenti all'inizio secolo scorso.Il periodo delle due guerre è caratterizzato da favolosi modelli Moto Guzzi sia da strada sia da competizione e la Moto Guzzi 500 GTV del 1937 appartenuta all'artista Antonio Ligabue.Nello spazio dedicato ai sidecar ci sono italiani e stranieri che hanno segnato un importante passo nella storia del trasporto familiare.Nell'ambito sportivo si possono ammirare le moto da Gran Premio e i prototipi di fama internazionale come le Bimota. Aermacchi, Benelli, BSA, Ducati, Frera, Harley Davidson, Henderson, Innocenti, Moto Guzzi, MV Agusta, Norton, Piaggio, Rudge e Triumph sono soltanto alcuni dei marchi presenti. Non mancano i favolosi scooter come la Lambretta e la Vespa e altri rari modelli come Ducati, Cruiser e Piatti. Inoltre è consultabile una fornita biblioteca con oltre 10000 volumi originali dell'epoca.  Dove: Rimini, via Casalecchio n. 58/n. Info: 0541 731096 (Museo); 347 1844267.  www.museomotociclo.it. Tariffa d'ingresso: € 7. Orario: dal 25 aprile apertura estiva: tutti i giorni 9.30 - 12 e 14 - 19. Inverno aperto solo su prenotazione per gruppi minimo 10 persone.

Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.