Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.
    Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.

      Mostre di aprile

      Rimini
      Caravaggio Experience, fino al 22 luglio
      Videoinstallazione dedicata alla vita e alle opere di Michelangelo Merisi  
      Arriva a Rimini la videoinstallazione che guida il visitatore in un viaggio esperienziale attraverso le opere e la vita di uno dei più misteriosi e affascinanti grandi della pittura italiana, Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.
      Entrando in sala il pubblico è immerso in uno spettacolo di proiezioni e musiche della durata complessiva di quasi cinquanta minuti, in onda contemporaneamente lungo tutto il percorso, senza interruzioni e a ciclo continuo.
      Una vera e propria esperienza culturale che fa tappa a Rimini dopo aver visitato Roma, Torino e Città del Messico.    
      Orario: fino al 31 maggio: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Venerdì, sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 21. Orari di giugno e luglio: tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 23. Tariffa d'ingresso: € 12; dal 28 aprile biglietto unico per Caravaggio Experience e Biennale del Disegno a € 16; tariffe ridotte: € 9. Info: 340 2746740. Dove: sala dell'Arengo, Piazza Cavour. www.facebook.com/pg/CaravaggioExperience


      Geologie e Planimetrie, fino al 15 aprile    
      Mostra di Valentino Montanari
      http://www.museicomunalirimini.it/mostre_eventi/agenda/pagina1018.html
      Nello storico Palazzo Gambalunga, è presentata in catalogo dal prof. Massimo Pulini e curata da Gianni Scarpellini. Si compone di opere musive e sculture realizzate negli ultimi dieci anni, con particolare attenzione alle ultime opere ispirate agli schemi poetici della “Divina Commedia” di Dante Alighieri e agli strumenti della comunicazione contemporanea. Dove: Galleria dell'Immagine, via Gambalunga, 27. Orario: tutti i giorni dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 19; chiuso il lunedì non festivo. Ingresso: libero. Info: 0541 704416  


      Biennale Disegno
      , dal 28 aprile al 15 luglio
      Terza edizione: visibile e invisibile - desiderio e passione        
      Organizzata e curata dall’Assessorato alla Cultura e dai Musei Comunali di Rimini, si svolge come di consueto tra la primavera e l’estate con il suo format consolidato di mostre dislocate nelle diverse sedi istituzionali: Museo della Città, Ala Nuova, Palazzo Gambalunga, Far, Fabbrica Arte Rimini e Palazzo del Podestà, Castel Sismondo, Istituto Musicale Lettimi, cui si aggiunge il Circuito Open che mette in gioco altre esposizioni in spazi privati (gallerie, studi d’artisti e d’architettura, librerie).
      Il presupposto per gli ideatori della rassegna è che il disegno sia il nucleo formativo di tutte le arti. Il nostro paese è una delle patrie storiche del disegno, di certo quella che ne ha esaltato ed esteso gli orizzonti di bellezza e significato elevandolo a disciplina autonoma, dopo essere stato un’arte nell’arte. Anche in questa nuova edizione, il ruolo del disegno come emblema delle arti per il potere intrinseco e ‘diagonale’ di attraversarle tutte, è esplorato in molteplici direzioni.
      Ingresso: € 10. Possibilità di acquistare un biglietto unico per Caravaggio Experience e Biennale del Disegno a € 16 (con un risparmio di 6 euro). Info: 0541 793851 / 704422. Rimini, varie sedi. www.biennaledisegnorimini.it



      Riccione
      Beatrice Imperato. Young & free. Festival del Sole preview, fino al 22 april
      Fotoreportage del Festival del Sole e live performance ginnico-coreografiche, nell'attesa della più grande rassegna internazionale di "Ginnastica per Tutti" nel bacino del Mediterraneo.
      “.... Che poi a guardarlo dritto in faccia, il sole, si rimane come abbagliati, accecati. Sembra di non vederci più niente, quasi. In verità, si sa, si vede fortissimo. Riccione non è come sembra in questo reportage di Beatrice Imperato. È una città esposta, in festa, che brilla, s’irradia, come incagliata, impressa, negli occhi, nei corpi, nei visi di giovanissimi atleti. Che poi gira volta prilla sembrano angeli, questi atleti, puntano il sole, in sciame o soli, danzano, nuotando nell’aria. Ed è come sospesa, Riccione, sottintesa. In ogni sguardo, in ogni posa, in ogni scorcio. Nei dettagli nascosta.”
      La mostra è la prima personale della Imperato, un originale reportage sulle passate edizioni del Festival dedicato ai giovani atleti passati a Riccione: 60 immagini di visi, corpi, movimento e grazia, che si potranno ammirare a partire dal 30 marzo, il giorno dell’inaugurazione, insieme a speciali performance ginnico-coreografiche a cura di B-You Riccione, Ginnastica Riccione, Acrobatic Team Riccione, Soupa Jelling
      Orario di apertura: dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 20. Ingresso libero. Dove: Villa Mussolini, via Milano 31.

      Cattolica
      Uomini di pane. Le sculture di Matteo Lucca, fino al 2 maggio
      Il Museo della Regina, in collaborazione con lo scultore Matteo Lucca, realizze un'installazione temporanea con alcune delle opere del Maestro romagnolo.
      Uno studio incessante che si basa sul corpo umano e le sue forme, Matteo Lucca realizza qui uomini di pane cotti, sulla scia dei calchi in gesso dei cadaveri ritrovati a Pompei ed Ercolano. Modellati dalle sue stesse mani, in matrici di terracotta, non solo corpi, ma anche teste, utilizzando pane montanaro, lo stesso che consumiamo tutti i giorni.
      Le sculture, cotte in forni fatti su misura, si possono osservare in tutte le loro imperfezioni, bruciature, crepe, nella pasta di pane.
      Dove: Museo della Regina, Via Pascoli, 23. Info:  0541-966577
      www.facebook.com/events/184286228879029/?active_tab=about


      Santarcangelo di Romagna
      Unearth. Portare alla luce. Mostra di Eron e Andreco, fino al 30 settembre
      L'esposizione con la quale i due artisti visivi Eron e Andreco intervengono nelle sale del Musas ha una caratteristica particolare: a sorpresa, nel corso dei mesi, nuove opere si inseriranno nel percorso, secondo un concetto di evento “in progress” e con le modalità di un’esperienza graduale, nella piena fusione tra elementi della collezione e opere del presente.
      Il progetto, in forma di intervento diffuso, dialoga con la collezione permanente, composta da dipinti che vanno dal Tardo Medioevo all’Ottocento e da reperti archeologici compresi tra il Paleolitico e l’Età Romana.
      Il titolo, UNEARTH, letteralmente “dissotterrare”, e quindi “portare alla luce”, rimanda anche all’idea di ritrovamento, rappresentando uno dei fil rouge che gli artisti hanno seguito durante l'allestimento, scoprendo via via le raccolte del museo e mescolandole con i propri interventi, che a loro volta il visitatore dovrà lentamente rintracciare. L’assenza di una reale separazione tra il piano storico e quello contemporaneo consentirà un approccio non razionale, di disorientamento e inabissamento, fondato sulla seduzione, sull’attenzione e su un tempo aperto.
      Orario di apertura: fino al 30 aprile: sabato e domenica 10-13 e 15.30-19.00 (lunedì chiuso); giorni festivi solo il pomeriggio dalle 15,30 alle 19.00.
      Dal 1 maggio al 31 ottobre: da martedì a domenica 16.30-19.30. Da giugno a settembre anche martedì e venerdì 21.30-23.30. Ingresso gratuito
      Dove: Musas - Museo Storico Archeologico - Via Della Costa, 26. Info: 0541 625212 Musas,  0541 624270 Informazioni Turistiche Santarcangelo -  http://www.museisantarcangelo.it/unearth-eron-andreco - http://www.comune.santarcangelo.rn.it/unearth-portare-alla-luce