Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.
    Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.

      Rimini, le mostre del mese di giugno

       

      Fino al 16 giugno
      Fioravanti, il cenacolo ritrovato
      Mostra al Museo della Città, via Luigi Tonini 1 - tel. 0541.793851 - www.museicomunalirimini.it

      Il grande affresco recentemente ritrovato, è al centro della mostra allestita al primo piano del Museo, dove l’opera dialoga con quelle del pittore cinquecentesco, molto attivo a Rimini e in Romagna, Bartolomeo Coda. Il cenacolo, opera di grandi e insolite dimensioni (quattro metri per due), rappresenta l’Ultima cena ed è un affresco su tela che Fioravanti realizzò per la cappella interna al complesso della Congregazione Sorelle dell’Immacolata di Miramare, fondata da don Domenico Masi.Accanto all’opera ritrovata, sono esposte una piccola Crocifissione e un autoritratto, prestato dalla moglie di Fioravanti, Adele Briani, datato anch’esso 1970. Tutte e tre le opere sono ad affresco, ambito che Fioravanti ha molto praticato lasciando alcune decine di opere.Dopo la grande retrospettiva del 2015 sulla scultura e il disegno di Fioravanti, curata da Maurizio Cecchetti a Rimini e suddivisa fra Castel Sismondo e Museo della Città, questa nuova mostra rappresenta un primo parziale tentativo di approfondire un aspetto dell’opera di Fioravanti ancora poco indagato.

      Orario estivo dal 1° giugno: da martedì a domenica ore 10.00 - 19.00; festivi ore 10.00-19.00 chiuso lunedì non festivi.


      Fino al 14 luglio
      Mostra "David Lynch. Dreams. A tribute to Fellini" -  David Lynch. Dreams. A tribute to FelliniLa Settima Arte: Mostra del regista statunitense David Lynch dedicata al maestro Federico Fellini. 
      Tel.  351 9009636, Galleria Primo Piano, vicolo san Bernardino 1- Rimini centro storico

      Mostra a Rimini in anteprima nazionale.L'esposizione è composta da 11 litografie che il cineasta e artista contemporaneo ha creato in esclusiva per rendere omaggio all’ultima scena del film 8 ½ di Federico Fellini, a queste si aggiungono 12 disegni, dello stesso Maestro riminese, scelti da Lynch fra quelli della collezione della Fondazione Fellini di Sion. Una serie straordinaria di stampe, in cui emerge chiaramente l’ammirazione di Lynch per Fellini. Opere artistiche che permetteranno al pubblico di conoscerlo in una veste diversa da quella del regista dallo stile visivo enigmatico e surreale, celebre per lavori come Velluto Blu, Mulholland Drive e Twin Peaks. Realizzate a Los Angeles e stampate presso Item Editions a Parigi, un laboratorio storico di litografie dove hanno notoriamente lavorato Picasso e Matisse, queste opere simboleggiano i valori artistici che richiamano la potenza d’ispirazione del genio riconosciuto di Federico Fellini.

      Orario: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00; martedì e giovedì anche dalle 16.00 alle 19.00. Ingresso: libero. Sono possilili visite in altri orari su appuntamento telefonico. 

      Programma degli eventi in galleria
      - sabato 8 giugno  Tra Lynch e Fellini: Le origini dell'immaginario. Masterclass di critica cinematografica, organizzata da Cinemagister, con Flavio De Bernardinis, docente di cinema del Centro sperimentale di Cinematografia ore 19.00 
      - martedì 25 giugno  In ricordo di Alan D. Altieri. Conversazione con Fabio Lombardi, Patrizia Pacia e Leonardo Kurtz
      ore 19.00
      - sabato 6 luglio  I suoni di Lynch e Fellini. Masterclass di tecnica del suono, organizzata da Cinemagister, con Stefano Campus e Alessandro Cellai, docenti di suono del centro sperimentale di cinematografia.


      Fino al 9 giugno
      Corrispondenze inattese Embassy Gallery - Mostra di pittura e fotografia di Maurizio Minarini e Luigi Rusconi
      Telefono: 335 5779745, Embassy Gallery e Villa Embassy (primo piano), viale Vespucci, 33 - Rimini Marina Centro

      La rassegna, già a Palazzo Sersanti di Imola, ripropone, con una selezione di nuove opere, un dialogo a due voci a declinare il tema del paesaggio. Due linguaggi, due stili narrativi si confrontano in un percorso espositivo articolato in dittici, dove i testi pittorici di Minarini e le immagini fotografiche di Rusconi costruiscono, nella specificità di ciascuno, una originale e appassionante trama. Le opere si corrispondono in un sottile gioco di rimandi e assonanze, armonie e contrasti, fornendo differenti interpretazioni di realtà simili, per quanto lontane.La mostra è curata da Anna Pierpaoli. Parte del ricavato sarà devoluto in favore di enti di volontariato.

      Orario: venerdì, sabato e domenica, dalle 16.30 alle 19.00. Ingresso: libero.


      Fino al 16 giugno
      Terza Tappa della mostra Lina al Museo della Città - Progetto realizzato da Umberto Giovannini per l'Ala Nuova del Museo.
      Telefono: 0541 793851 - www.umbertogiovannini.it
      Museo della Città (Ala Nuova), via Luigi Tonini 1 - Rimini centro storico

      Una fusione tra installazioni xilografiche, musica e suoni pensato apposta per l'Ala Nuova del Museo della Città di Rimini. Umberto Giovannini – artista visivo con un percorso tra printmaking, arti performative e musica –, indaga la percezione del contemporaneo, riletto attraverso la lente di una memoria collettiva.L’intero progetto, ideato tra Roma e Catania e realizzato tra Londra e l’Italia dal 2016 al 2019, è pensato come un percorso di installazioni della serie di xilografie policrome stampate su carta washi, dove si incontrano esperienze visive e sonore, realizzate assieme al musicista riminese Stefano Pagliarani. 

      Orario: da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00, chiuso lunedì.Ingresso: libero.


      Fino al 16 giugno
      Acqua.  Museo della Città. Esposizione a cura del Liceo Artistico 'Alessandro Serpieri'
      Telefono: 0541.793851 www.museicomunalirimini.it/mostre_eventi/agenda/pagina1120.html
      Museo della Città,Ala Nuova via Luigi Tonini 1 - Rimini centro storico

      Al Museo della Città è stata inaugurata la mostra 'Acqua', realizzata dagli studenti del Liceo Artistico 'Alessandro Serpieri', con il contributo del “Rotary Club Rimini” ed il patrocinio del Comune di Rimini. Protagonista è l'elemento naturale Acqua, indagato in tutti i suoi significati evocativi. Sono oltre sessanta le opere realizzate rispetto a tre indirizzi di studio: architettura, ambiente, arti figurative, che esprimono linguaggi diversi ed inediti. Una sezione della mostra accoglie il progetto 'Moving waters: how water shaped us', frutto di un interscambio con studenti di altre nazionalità europee. Gli intervenuti all'inaugurazione con il loro voto hanno assegnato il "Premio Rotary Arte e Cultura".

      Orario estivo dal 1° giugno: da martedì a domenica ore 10.00 - 19.00; festivi ore 10-19.00 chiuso lunedì non festivi. Ingresso: libero.


      Fino al 9 giugno
      Interazioni 19. Mostra Corale.
      Mostra collettiva e presentazione del libro nell'ambito del progetto Interazioni.
      Telefono: 0541 793851 - www.museicomunalirimini.it
      Museo della Città, via Luigi Tonini 1 - Rimini centro storico

      Nell' ambito del programma di Interazioni, riproposto nell'edizione 2019, è visitabile l'esposizione collettiva alla quale partecipa la fotografa Romina Remigio che presenterà il suo libro "Oltre  lo sguardo".

      Orario:  dal 1° giugno: da martedì a domenica ore 10.00 - 19.00; festivi ore 10-19.00 chiuso lunedì non festivi. Ingresso: libero.


      Fino al 30 giugno

      Galleria dell'Immagine: Visti da vicino. Mostra di Renato Barilli
      Telefono: 0541 704416 - www.museicomunalirimini.it/
      Galleria dell'Immagine, via Gambalunga, 27 - Rimini Centro Storico
      La Galleria dell'Immagine ospita la mostra di Renato Barilli che, andato in pensione dopo una vita spesa quasi tutta come docente di storia e critica d’arte al corso Dams dell’Università di Bologna, ha ripreso in mano i pennelli che aveva dismesso circa mezzo secolo fa.Propone tempere su carta, ritratti di protagonisti del mondo dell'arte, autoritratti e gruppi di famiglia.
      Orario: dalle 16.00 alle 19.00 Chiuso il lunedì. Ingresso: libero.