Ambiente e natura

Malatesta & Montefeltro

Grotte di Onferno

Gemmano - Onferno

Rappresentano un complesso carsico di notevole valore la cui esplorazione scientifica completa, effettuata dallo speleologo Quarina, risale al 1916. Un fiumiciattolo sotterraneo ha scavato queste rocce gessose dando luogo a cunicoli, stanze e anfratti.

Il sito si chiama Onferno, nome che dal 1810 ha sostituito l’antico Infernum o Inferno. La denominazione originale evocava però direttamente la peculiarità di questo luogo: la presenza, al di sotto dello sperone di roccia su cui sorge l’abitato (di cui si ha notizia fin dal 1231), di un complesso di grotte che si sviluppa per più di 850 metri nelle viscere dell’affioramento gessoso della Val Conca.


La bellezza delle grotte si inserisce in un contesto naturale altrettanto interessante, tutelato dal 1991 con l’istituzione della Riserva Naturale Orientata di Onferno, della quale è possibile apprezzare particolarità e paesaggi percorrendo i diversi sentieri che la attraversano.


La visita alle Grotte, con la guida di personale qualificato, prevede la discesa nel bosco lungo un primo sentiero esterno, che da un’altitudine di circa 300 metri scende nel bosco fino 196, quota alla quale si incontra l’accesso ad un vero e proprio canyon sotterraneo, lungo il quale è possibile ammirare ambienti suggestivi.
Percorrendo il canale principale creato dall’acqua si possono vedere, tra le altre cose, ovunque i scintillanti cristalli di gesso, soffitti e pareti levigati e cesellati dallo scorrere antico del torrente e numerose concrezioni di calcare.
Si attraversano sale e strettoie e la presenza di più ingressi all’ambiente ipogeo favorisce un’ottima ventilazione.
Spettacolare la Sala Quarina (attualmente non accessibile), detta anche Sala dei Mammelloni per via delle grosse protuberanze coniche di gesso che sporgono dal soffitto, tra le più grandi d’Europa di questo genere.

Veri padroni di casa gli oltre seimila pipistrelli, di almeno 6 specie differenti, che popolano i diversi ambienti sotterranei.


Per il calendario delle visite consultare la pagina facebook

Da novembre visite guidate ogni domenica alle ore 11.30, 15.00 e 16.30

Visite a numero limitato, consigliata prenotazione.

Durata: circa 90' - Consigliato abbigliamento comodo, scarpe da trekking o stivali con suola tassellata, un giacchetto leggero impermeabile (all’interno della grotta la temperatura è di circa 12 °C tutto l’anno).

Prima o dopo la visita sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Naturalistico e il Giardino Botanico.

Per GRUPPI e SCUOLE è possibile organizzare visite personalizzate nei giorni e orari di preferenza, anche al di fuori dalle aperture programmate.

Tutto l'anno visite su prenotazione per gruppi (min. 15 persone) anche fuori calendario di apertura ordinario.

L'accesso alle grotte potrebbe essere sospeso temporaneamente nell'arco dell'anno per motivi di tutela della fauna, di manutenzione o inagibilità temporanea dei percorsi.


Servizi:
centro visite
laboratori didattici a pagamento
sala polivalente attrezzata
servizio guide


non accessibile alle persone diversamente abili


come arrivare:
linea bus n. 172
percorsi e orari

in auto: da Rimini percorrere la SP 31 fino a Coriano. Superato l'abitato, alla rotonda proseguite sull SP 18 in direzione Gemmano. Seguire poi le indicazioni stradali "Grotte di Onferno"


le tariffe d'ingresso includono anche l'ingresso alla Riserva Naturale Orientata e al museo naturalistico e multimediale.


Orari

Apertura: annuale
Ingresso: a pagamento
Tariffa intera:9.00 Tariffa ridotta:7.00
Grotte di Onferno
Via Provinciale Onferno, 50/52

43.87256622614478; 12.545710288360624

Form feedback

Ci interessa il tuo parere!
Ti piace questa pagina? Hai notato un errore? Compila il form con le tue osservazioni
Ultimo aggiornamento: 27/10/2016
Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.