Itinerari e visite

16 cose da non perdere a Pennabilli

Pennabilli

Cattedrale
Costruita nel 1500 per segnare il trasferimento della sede vescovile da San Leo a Pennabilli, domina Piazza Vittorio Emanuele su cui si affaccia il Palazzo della Ragione, edificato dalla Signoria dei Medici, con al centro la Fontana della Pace, sorta nel punto in cui fu sottoscritto l’atto di unione dei Castelli di Penna e di Billi.

Monastero delle Agostiniane
Eretto nel XVI sec. sul sito dell’antico Castello di Billi.

Santuario della Madonna delle Grazie sec. XI-XV
È nella Chiesa di San Cristoforo, già agostiniana e ospita un affresco in stile gotico-fiorito raffigurante la Madonna in trono con Bambino,che si rese miracolosa, versando lacrime, per la prima volta il terzo venerdì di marzo del 1489, detto da allora Venerdì Bello.

Borgo San Rocco
Merita una passeggiata per l’omonima Porta, il Palazzo del Bargello, l’Oratorio e l’Ospedale di Santa Maria della Misericordia, i ruderi del Castello Malatestiano e il belvedere.

Museo del Calcolo Mateureka
Presenta strumenti, idee e concettidi una fra le più affascinanti avventure del pensiero umano. Tra i più frequentati dalle scolaresche d’Italia.

Museo diffuso I luoghi dell’anima
Si snoda attraverso il paese e prosegue nell’Alta Valle, nato da un’idea del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra che gli ha conferito la sua poetica espressiva ed evocativa.

Museo Il Mondo di Tonino Guerra
Ospitato nei sotterranei dell’Oratorio di S. Maria della Misericordia, raccoglie mirabilmente opere,volumi e pellicole del Maestro poeta Tonino Guerra.

Museo Naturalistico dell’Ente Parco
È il museo e centro visite del Parco Naturale Sasso Simone e Simoncello, nato per tutelare un territorio interregionale di straordinaria valenza naturalistica e paesaggistica, caratterizzato da un paesaggio collinare e montuoso, con prati, pascoli, boschi di faggio, cerri e conifere.

Museo Diocesano del Montefeltro A. Bergamaschi 
Nuovo allestimento per opere d’arte sacra provenienti dall’intera Diocesi, salvate dall’incuria e dall’abbandono. Tra queste preziose tele del Centino e del Cagnacci.

Pieve romanica di San Pietro in Messa
Eretta nella frazione di Ponte Messa, nel XII sec. in un luogo sacro fin dalla preistoria, punto strategico del romano Iter Tiberinus.

Miratoio
All’ingresso della frazione, la Chiesa Conventuale di S. Agostino del 1127, con un pregevole portale gotico e all’interno antichi affreschi. Conserva le reliquie del Beato Rigo da Miratoio, eremita agostiniano morto nel 1347. Curiose le ben note cavità e grotte storicamente frequentate.

Torre di Bascio
Solitaria costruzione del XII sec. a base quadrata situata sulla collina che sormonta il borgo. Ai suoi piedi sono collocatii tappeti che compongono uno de I luoghi dell’anima di Tonino Guerra: il Giardino pietrificato.

Lago di Andreuccio
Paesaggio incantevole quello di Soanne, che il lago contribuisce a rendere ancor più gradevole. La frazione vanta la presenza di ruderi di mulini cantati dal poeta Tonino Guerra.

Scavolino
Svettano sul borgo le rovine del principesco Palazzo dei Carpegna del XVI sec.

Chiesa di Santa Maria dell’Oliva e Convento francescano
A Maciano, bel complesso dalle forme rinascimentali. La Chiesa è del 1529, fu poi affidata nel 1552 ai Francescani che le affiancarono il convento.

Torre di Maciano
Torre cilindrica del XIV sec. unica superstite dell’importante baluardo difensivo castrense, che fu residenza vescovile, distrutto da Federico da Montefeltro nel 1458.

Tratto da Malatesta & Montefeltro: viaggio nelle colline riminesi

Form feedback

Ci interessa il tuo parere!
Ti piace questa pagina? Hai notato un errore? Compila il form con le tue osservazioni
Ultimo aggiornamento: 16/03/2017
Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.