Itinerari e visite

Malatesta & Montefeltro

8 cose da non perdere a Montecolombo

Montescudo - Montecolombo

Centro storico
La sua struttura medioevale è ben riconoscibile. Di interesse il sistema delle antiche porte. L’accesso doveva essere veramente ostico con la prima barriera merlata controllata da una tozza Torre circolare e dalla Torre dell’orologio. La seconda barriera presenta un ingresso ad arco, a sesto acuto, che immette nel borgo. Degne di nota le mura di cinta oggi circondate da una fitta vegetazione.

Lavatoi
Si trovano due begli esemplari di questi antichi manufatti, luoghi di socializzazione oltre che di necessario utilizzo per la collettività. Sono stati restaurati accuratamente. Il primo, con una struttura detta “a trabocchi”, per le vasche poste ad altezza decrescente, è ai piedi del paese e lo si raggiunge per una bella strada di selce a gradoni, denominata Via Acquabona, di origine medioevale, che congiunge la Villa e il Borgo. Il secondo, nella frazione di Taverna, è del 1874.

Chiesa di S. Martino
È la parrocchiale, al cui interno conserva un bel quadro settecentesco, opera del Brancaleoni, raffigurante San Martino.

Palazzo Orlandi-Contucci
Originario del XVI secolo, ristrutturato nell’800, era in origine l’antico cassero del Castello, sede del capitano della guarnigione militare e signore del luogo. Già dal ‘700 divenne proprietà della famiglia Contucci, originaria di Monte Colombo. Tale famiglia non ebbe più eredi maschi dalla fine dell’800, ma il suo nome venne conservato dai successori, a partire dall’ultimo genero, imparentato con Giacomo Leopardi. È l’edificio più grande del centro storico dopo quello che ospita la sede del Municipio.

Palazzo del Municipio
È uno dei più imponenti palazzi del centro storico, con un’ala risalente al XVIII secolo. L’ala nuova, rivolta ad ovest, era un tempo una chiesa, dedicata a Santa Maria della Neve.

Castello di San Savino
Nell’omonima frazione, posta sulla strada dicrinale che conduce a Rimini, si presenta come un bel borgo, conedifici interessanti e murature castellane.

Taverna e Osteria Nuova
Nelle due frazioni sono ancora attivi laboratori di ceramica, che vantano una grande tradizione. Qui i vasai hanno sempre prodotto suppellettili, tegami, vasellame e contenitori in terracotta che ancora oggi si possono acquistare.

Lago di Monte Colombo
Qui hanno sede l’Associazione Dare e la Fondazione Leo Amici. I Ragazzi del Lago, come si sono chiamati, gestiscono un agriturismo, un’azienda agricola biologica, un albergo resort di alto livello con centro medico e termale, un ristorante e un Teatro che ogni anno produce grandi musicals. Oggi la comunità dispone di un’accademia d’arte, uno studio di registrazione e le compagnie teatrali sono addirittura due: oltre a quella professionista, l’attore e regista Carlo Tedeschi, che oggi guida i ragazzi, ha voluto crearne una seconda, con gli allievi dell’accademia. Fino a trent’anni fa nell’area c’era solo il lago, oggi c’è un paese, il Piccolo Paese del Lago anzi, un «piccolo paese fuori dal mondo», come i ragazzi lo chiamano sull’impulso dato dal fondatore Leo Amici, un uomo nato vicino a Roma, laico cattolico dalla grande fede, che dopo molti incontri in Italia ed all’estero, dando aiuto a centinaia di persone, all’inizio degli anni ’80 arrivò qui per dar corpo al suo sogno: costruire un paese dedito all’amore, alla pace e alla fratellanza. E qui morì nel 1986.

Tratto da Malatesta & Montefeltro: viaggio nelle colline riminesi

8 cose da non perdere a Montecolombo

43.9246997; 12.581441600000062

Form feedback

Ci interessa il tuo parere!
Ti piace questa pagina? Hai notato un errore? Compila il form con le tue osservazioni
Ultimo aggiornamento: 16/03/2017
Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.