Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.
    Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.

      Coriano

      Armonia e leggerezza sono le sensazioni che regala questa campagna, alle spalle di Rimini e del mare, attraversata dal torrente Marano. Le colture pregiate tra cui vite e ulivo, caratterizzano una terra fertile e ricca abitata e sfruttata da millenni, come testimoniano reperti e monumenti. I primi sono risalenti all’Età del Ferro, riconducibili alla civiltà Villanoviana. Fornaci e ville i cui innumerevoli sono i resti nella zona raccontano la dominazione di Roma già dal III secolo a.C. Una prima fortificazione nel 1202, appartenne alla chiesa di Ravenna, per passare ben presto nelle mani della famiglia Malatesta, che riedificò il Castello nel 1440. Poco più di cento anni dopo, tramontato il potere malatestiano, giunsero i Sassatelli di Imola, di cui è visibile lo stemma sulla cinquecentesca porta d’ingresso della fortificazione, di cui restano la cinta muraria esterna, le torri poligonali e il doppio sistema di porte. Alla
      famiglia Sassatelli fu data giurisdizione sul territorio corianese da Papa Clemente VII, nel 1528. In una casa del Castello, posta tra le due porte, è allestito l’Antiquarium, una mostra permanente di manufatti rinvenuti nell’area, tra cui ceramiche che vanno dal Trecento al Seicento, vetri quattrocenteschi, armi, monete, mentre nel
      cortile la grande ghiacciaia-neveria ottocentesca. Anche la storia più recente qui ha lasciato tracce eloquenti, primo fra tutti il Cimitero di guerra inglese che accoglie le spoglie di 1496 caduti della VIII armata. Nel 1944 le sue campagne furono teatro dello scontro tra le forze alleate e le truppe tedesche per lo sfondamento della Linea Gotica, la barriera difensiva tedesca nel Nord Italia. Una prima battaglia dal 3 al 6 settembre, una seconda tra il 12 e il 16 vinta dagli alleati poi scesi a Rimini e nella Val Padana.

      A pochi chilometri da San Marino e dalle località marine tra cui Riccione, è ottimamente attrezzata per un soggiorno condito da tante attività all’aperto, tra cui passeggiate a cavallo, in bicicletta, in mountain bike, a piedi, soprattutto nel Parco del Marano, e dagli aromi dei prodotti della sua terra, primi fra tutti il vino e l’olio a cui sono dedicate due animate fiere autunnali.

      Patrono: San Sebastiano 20 gennaio.


      Ufficio Informazioni turistiche - Comitato Provinciale delle Associazioni Turistiche Pro Loco p.za Mazzini, 10 - Coriano
      tel. 0541 656255 - fax 0541 656255
      www.prolococoriano.it
      [email protected]


      da vedere

      borgo
      cimitero di guerra inglese
      chiesa di San Giovanni Battista
      chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta
      museo Elisabettiano
      valle del Marano
      teatro Comunale


      sfoglia la pubblicazione on line


      Superficie: 46.81 kmq


      Popolazione: 10.522


      Distanze/tempi da:
      Rimini 10 km 10 min.
      Riccione 7 km 10 min
      Bellaria 22 km 25 min
      Cattolica 16 km 25 min
      Misano 10 km 10 min

      casello autostradale Rimini Sud km. 9
      stazione ferroviaria di Rimini km. 11
      aeroporto Rimini Miramare km. 7

      caselli autostradali nel raggio di 10 km: Rimini e Riccione

      strade statali: SS 72 San Marino
      strade provinciali:
      SP 31 Flaminia Conca per Rimini
      SP 41 Montescudese
      SP 49/50 Marano-Marecchia per Santarcangelo e Misano Adriatico

      stazioni nel raggio di 10 km: Riccione e Misano Adriatico
      collegamenti bus: START Romagna


      Recapiti

      Municipio/Town hall - Piazza Mazzini, 15 - tel: (+39) 0541 659811 - fax: (+39) 0541 659861 - [email protected] - http://www.comune.coriano.rn.it
      Coriano
      Municipio/Town hall - Piazza Mazzini, 15

      43.97111189711886; 12.601659830688465

      Form feedback

      Ci interessa il tuo parere!
      Ti piace questa pagina? Hai notato un errore? Compila il form con le tue osservazioni
      Ultimo aggiornamento: 02/05/2019