Località

Pennabilli

Pennabilli è Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Edificata sulle emergenze rocciose della Rupe e del Roccione, a 629 metri, è fedele al suo impianto medievale. Deve il suo assetto urbano all’unione dei due castelli, di Billi, sopra la Rupe, e di Penna, sul Roccione. Di origini antichissime ha visto succedersi gli Umbri, gli Etruschi e i Romani e intorno al Mille, l’abitato si è sviluppato con fortificazioni, difese ed edifici sacri fino a strutturare il bel centro storico. Fu feudo dei Signori di Carpegna, prima di passare ai Malatesta di cui afferma di essere la “culla”, evento conteso con Verucchio. Anche qui dopo la caduta di Sigismondo Pandolfo Malatesta giunse la potenza di Federico da Montefeltro. Intorno al 1300 i due comuni autonomi di Penna e Billi si unirono dando luogo ad un’unica entità, come raffigurato nello stemma civico: due torri con aquila feltresca. Nel 1572 Gregorio XIII vi trasferì da San Leo la sede della Diocesi del Montefeltro, oggi denominata San Marino-Montefeltro, presenza che ancora caratterizza fortemente la cittadina sia sotto il profilo sociale che urbanistico. Ne sono testimonianza la Cattedrale, il Santuario della Madonna delle Grazie,  il Convento delle Agostiniane, luoghi di forte richiamo. Così come il suo ambiente naturale, caratterizzato dal Parco del Sasso Simone e Simoncello, per il 50% nel suo territorio. Le numerose testimonianze del passato, il patrimonio monumentale e artistico presenti nel centro storico e nelle frazioni, creano un percorso culturale di prestigio, avvalorato da numerosi eventi culturali e spettacolari nel corso dell’anno quali la Mostra Mercato Nazionale dell’Antiquariato in Luglio, e il Festival Internazionale dell’Arte di Strada in Giugno. Numerosi i musei: Museo Diocesano del Montefeltro “A. Bergamaschi”, Mateureka Museo del Calcolo, Museo del Parco Sasso Simone e Simoncello, Il Mondo di Tonino Guerra e I Luoghi dell’anima, le cui singolari realizzazioni si incontrano a Pennabilli e dintorni, caratterizzando un bizzarro e accattivante percorso poetico.


Ufficio turistico comunale e proloco
piazza Garibaldi, 1 tel./fax 0541 928659
[email protected]
www.pennabilliturismo.it


da vedere
borgo San Rocco
cattedrale
chiesa di Santa Maria dell'Oliva e convento francescano
lago di Andreuccio
museo i luoghi dell'anima
museo il mondo di Tonino Guerra
Mateureka museo del calcolo
museo Diocesano
museo naturalistico
pieve romanica
santuario della Madonna delle Grazie
Torre e borgo di Bascio
Torre di Maciano


sfoglia la pubblicazione on line


Superficie: 69,66


Popolazione: 2.869


Pennabilli
Municipio/Town hall - Piazza Montefeltro, 3

43.8177129; 12.264951300000007

Form feedback

Ci interessa il tuo parere!
Ti piace questa pagina? Hai notato un errore? Compila il form con le tue osservazioni
Ultimo aggiornamento: 23/05/2016
Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.