Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.
    Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.

      Mostre d'autunno

      Montegridolfo

      Una luce sulla storia, finoal 17 novembre
      Un inedito San Sebastiano del Seicento racconta la guerra e le distruzioni del patrimonio culturale e artistico.

      Il quadro raffigurante il Santo martire protettore dei soldati, è una replica della bottega di Jusepe de Ribera, tratta da un originale del maestro caravaggesco andato perduto durante i bombardamenti di Berlino nel 1945.

      L’esposizione che è allestita in un luogo simbolo di Montegridolfo -il Museo della Linea dei Goti- è aperta al pubblico fino al 17 novembre 2019, ed è tesa a creare delle profonde riflessioni sulla guerra e sui cosiddetti effetti collaterali, quali la cancellazione dell’identità di una comunità attraverso la distruzione del patrimonio culturale che la rappresenta.

      Proprio per questo motivo l’opera è stata posta nel bunker del Museo accanto al plastico che spiega la battaglia di Montegridolfo e dove per l’occasione è viene esposta anche una riproduzione fotografica della pala di Guido Cagnacci creata (nel medesimo periodo) per la vicina Chiesa di San Rocco. In questo dipinto d’altare il pittore santarcangiolese ha raffigurato nel registro inferiore oltre al Santo Patrono -San Rocco- anche San Sebastiano e, il dialogo che s’innesca tra il quadro caravaggesco, il plastico del combattimento militare e l’immagine del martire concepita dal Cagnacci è foriera di ulteriori confronti e meditazioni.

      Anche solo con un’opera d’arte è possibile raccontare la tragedia e le devastazioni della guerra e l’Amministrazione Comunale di Montegridolfo per commemorare il 75° Anniversario della Liberazione, ha deciso di proporre un percorso di recupero della memoria con diversi punti di vista, che spaziano dall’arte ai films, sino al grande momento che vedrà nella giornata del 31 agosto, il Convegno Storia, Memoria, Museo e la rievocazione storica della battaglia con la X edizione de La Montegridolfo liberata.

      Il Museo della Linea dei Goti è aperto tutti i giorni (fino al 15 settembre) con il seguente orario:
      - da lunedì a sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00;
      - domenica e festivi, dalle 10.30 alle 12.45 e dalle 16.45 alle 19.00.

      Dove: Via Borgo, Museo della Linea dei Goti. Info: 0541 855054 Comune Montegridolfo - http://prolocomontegridolfo.altervista.org/ 

      Rimini

      Per Documento e Meraviglia. Una storia lunga 400 anni. Mostra in occasione dei 400 anni della Biblioteca Gambalunga di Rimini 1619 - 2019. Fino al 26 gennaio.
      Mostra dedicata al ricco patrimonio bibliografico e iconografico nel 400esimo anno dalla nascita della Biblioteca Gambalunga.

      L’evento è ideato e curato dalla direttrice Oriana Maroni, con la collaborazione per la sezione storica dello scrittore Piero Meldini e il contributo di Maria Cecilia Antoni e Nadia Bizzocchi.

      Ospitata nella splendida cornice delle Sale antiche della Biblioteca Gambalunga, la mostra propone un viaggio nel tempo alla scoperta dei poliedrici volti della città. Da leggersi attraverso i preziosi codici, le fragili carte d’archivio, le fantasmatiche fotografie “sviluppate” nell’esperienza immersiva della Galleria dell’Immagine.

      Si incontreranno i progenitori illustri di cui la città ha favoleggiato; si ammireranno i manoscritti della raffinata ed enigmatica corte malatestiana; si leggeranno le appassionate discussioni sull’identità cittadina, il suo segno zodiacale, i dialoghi scientifici con gli intellettuali d’oltralpe, fino alle narrazioni che hanno fatto di Rimini un mito dell’immaginario contemporaneo. Il suo punto di approdo è anche una ri-partenza. La prima delle sale antiche ospita l’installazione dell’artista Daniele Torcellini, Ex libris per luci cangianti, che traduce la meraviglia dei libri e del sapere nella meraviglia estatica di colori mai visti.

      Orario: da martedì a domenica: ore 16-19 (chiusura 1° novembre, 25 dicembre)
      Visite guidate gratuite su prenotazione: da lunedì a venerdì ore 9-18; sabato ore 9.30, 10.30, 11.30.
      Ingresso gratuito. Dove: via Gambalunga 27. Info: 0541 704486 (segreteria Biblioteca) -http://www.bibliotecagambalunga.it
      ________________________________________________________________________________________________________

      Transfashional, nuovo lessico post interdisciplinare tra arte moda e design. Mostra all'Ala Moderna del Museo della Città, fino al 16 novembre

      Al Museo della Città, presso l' Ala Moderna, è allestita la mostra 'TRANSFASHIONAL, nuovo lessico post interdisciplinare tra arte moda e design' che si presenta come un eterogeneo e coinvolgente insieme di opere capaci d’aprire nuovi orizzonti su cosa sia la moda, nella sua accezione allargata.  Partecipano gli stilisti, artisti e designer come: Manora Auersperg, Linnea Bågander, Naomi Bailey Cooper, Sonja Bäumel, Christina Dörfler-Raab, Naomi Filmer, Barbara Graf, Shan He, Milena Heussler, Afra Kirchdorfer, Saina Koohnavard, Kate Langrish-Smith, Ulrik Martin Larsen, Maximilian Mauracher, Wojciech Małolepszy & Robert Pludra, Ana Rajčević, Clemens Thornquist, Lara Torres, Aliki van der Kruijs a cura di Dobrila Denegri. 'Transfashional', si conclude a Rimini, dopo  un lungo percorso espositivoche ha attraversato diverse città, come Londra, Varsavia, Vienna, Kalmar e loro istituzioni museali di spicco. 

      Orario: da martedì a sabato 9.30 - 13 e 16 - 19; domenica e festivi 10 - 19. lunedì chiuso. Ingresso gratuito

      Dove: Museo della Città, via L. Tonini, 1. Info: 0541 793851 http://www.museicomunalirimini.it/agenda/pagina1146.html 
      ________________________________________________________________________________________________________

      Mostra fotografica di Claudi Bruschi: Cieli Blu, fino al 16 novembre

      A cura di Maria Giulia Bruschi, Maria Stella Starnini e Marco Zauli

      Rimini Common Space ospita 'Cieli blu', la mostra fotografica di Claudio Bruschi, curata da familiari e amici in occasione dei dieci anni dalla scomparsa dell'artista.

      Il percorso espositivo presenta una selezione di scatti a colori e in bianco e nero che richiamano immagini e situazioni in grado di offrire al visitatore uno spaccato della passione di Claudio Bruschi per il mondo della fotografia, passione che per molti anni ha accompagnato e influenzato anche il suo lavoro di grafico pubblicitario.

      La rassegna è incentrata su alcune delle tematiche ricorrenti nel lavoro di Claudio, come si legge entrando in galleria: “nei paesaggi e nelle strade, ritroviamo tanto spazio verso l’alto; spesso abitato da nuvole affettuose e per nulla minacciose, da uccelli ripresi nel loro gesto più nobile, da lune fantastiche e ormai raggiungibili”.

      Orario: 16.30 - 19.30. Ingresso gratuito. Dove: Common Space, via Quintino Sella, 21. Info: 338 1446647 - http://www.facebook.com/riminicommonspace

      ________________________________________________________________________________________________________

      Plastica appARTE, fino al 10 novembre

      Una mostra realizzata da giovani artisti del Liceo Artistico Statale 'A.Serpieri'

      La mostra Plastica appARTE è curata da Info Alberghi Srl in collaborazione con il Liceo Artistico Statale “A.Serpieri” di Rimini, Fondazione Cetacea onlus e con il patrocinio del Comune di Rimini.

      Conclude il progetto Blu Booking, lanciato da Info Alberghi durante l’estate 2019, allo scopo di sensibilizzare su un utilizzo più consapevole della plastica soprattutto in ambito turistico. La web agency riminese ha coinvolto tutti gli hotel presenti sul portale di promozione turistica www.info-alberghi.com, chiedendo loro di accettare una proposta: 250 cannucce di carta in cambio di 250 cannucce in plastica. I 203 hotel aderenti al progetto, oltre a dispensare ai loro ospiti le cannucce di carta (e con esse un segno di sostenibilità ambientale), hanno condiviso l’adozione di 3 tartarughe ricoverate in gravi condizioni presso la Fondazione Cetacea Onlus di Riccione: Alessandra, Carolina e Faustina.

      Le cannucce raccolte, oltre 50 mila, nelle mani degli studenti del Liceo Artistico “A.Serpieri” di Rimini, hanno dato vita a una selezione di opere d’arte sul tema dell’inquinamento marino. Attraverso la sensibilità dei ragazzi, è possibile riflettere su un tema trasversale a tutte le generazioni ma fondamentale soprattutto per i giovani: il futuro del pianeta.

      Orario: da martedì a sabato 9.30-13 e 16-19; domenica e festivi 10-19; chiuso lunedì non festivi. Ingresso gratuito.
      Dove: Museo della Città, via L. Tonini, 1. Info: 0541 793851, (+39) 0541 29187 - http://www.museicomunalirimini.it/

      ________________________________________________________________________________________________________

      Riccione

      Analogo Digitale - vernissage New Digital Art Biennale, fino al 29 febbraio 2020

      Per la prima volta lo Spazio Tondelli ospitea la Nuova Biennale d’Arte Digitale, inaugurata il 1° novembre. La mostra, allestita nel foyer del Tondelli, è a cura di WoWA-GalleriaDigitaleTemporanea, porta il titolo di Analogo Digitale. 

      Il tema scelto da WoWA per partecipare a questa edizione è, come da titolo, “analogo digitale": un’esplorazione della realtà tangibile con gli occhi di chi vuole divertirsi con la dipendenza dalla rete e ingannare gli occhi troppo allenati alla vita online. 

      La Nuova Biennale d’Arte Digitale partecipa in rete, con più di cento realtà artistiche nel mondo, al circuito internazionale The Wrong - New Digital Art Biennale: un evento che si svolge da oltre dieci anni e che nella scorsa edizione è balzato agli occhi dei galleristi newyorkesi per scovare artisti emergenti e nuove forme d'arte. 

      Il vernissage è inserito nel programma del 55° Premio Riccione per il Teatro e seguirà Digital Desert, la sonorizzazione live del film di Michelangelo Antonioni Deserto Rosso; dopo una breve presentazione a cura di Annalisa Trapani, verranno proiettati tre cortometraggi di artisti internazionali e due spettacoli dal vivo di Flavio Scutti e Mara Oscar Cassiani, performer che ha recentemente vinto il primo premio all’edizione 2019 di Digitalive al RomaEuropa Festival.

      La mostra ospita le opere dei seguenti artisti: Zander Porter & Tess Altman(US), Brüno Melo (BR), Carmel Barnea Brezner Jonas (DE/IL), Juergen Trautwein (DE), Flavio Scutti (IT), Camille Zéhenne (FR), Çağlar Tahiroğlu (FR/TR), Milos Peskir (SR), inserirefloppino (IT), Nim Shapira(IL), April Lin (SE), David Guerrero (ES), Mara Oscar Cassiani (IT), Cinthya Escorcia (CO), Laura Nomisake (IT), Nicola Anthony (UK).

      La mostra è visitabile negli orari di apertura della biglietteria dello Spazio Tondelli, prima e dopo gli spettacoli, e virtualmente dal sito www.wowa.it, connesso all'HUB the Wrong.org, immenso padiglione immateriale visitabile e navigabile solo ed esclusivamente dal primo novembre 2019 al primo marzo 2020.

      Dove: Spazio Tondelli via Don Minzoni, 1 - http://www.facebook.com/events/1372981879530819/