Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.
    Inserisci le pagine di tuo interesse nel tuo itinerario personalizzato.

      Mostre di gennaio

      Rimini, fino al 26 gennaio
      Per Documento e Meraviglia. Una storia lunga 400 anni.
      Mostra in occasione dei 400 anni della Biblioteca Gambalunga di Rimini 1619 - 2019.
      Mostra dedicata al ricco patrimonio bibliografico e iconografico nel 400esimo anno dalla nascita della Biblioteca Gambalunga.
      L’evento è ideato e curato dalla direttrice Oriana Maroni, con la collaborazione per la sezione storica dello scrittore Piero Meldini e il contributo di Maria Cecilia Antoni e Nadia Bizzocchi.  Ospitata nella splendida cornice delle Sale antiche della Biblioteca Gambalunga, la mostra propone un viaggio nel tempo alla scoperta dei poliedrici volti della città. Da leggersi attraverso i preziosi codici, le fragili carte d’archivio, le fantasmatiche fotografie “sviluppate” nell’esperienza immersiva della Galleria dell’Immagine.
      Si incontreranno i progenitori illustri di cui la città ha favoleggiato; si ammireranno i manoscritti della raffinata ed enigmatica corte malatestiana; si leggeranno le appassionate discussioni sull’identità cittadina, il suo segno zodiacale, i dialoghi scientifici con gli intellettuali d’oltralpe, fino alle narrazioni che hanno fatto di Rimini un mito dell’immaginario contemporaneo. Il suo punto di approdo è anche una ri-partenza. La prima delle sale antiche ospita l’installazione dell’artista Daniele Torcellini, Ex libris per luci cangianti, che traduce la meraviglia dei libri e del sapere nella meraviglia estatica di colori mai visti.
      Orario: da martedì a domenica: ore 16-19 (chiusura 1° novembre, 25 dicembre). Visite guidate gratuite su prenotazione: da lunedì a venerdì ore 9-18; sabato ore 9.30, 10.30, 11.30. Ingresso gratuito.
      Dove:  via Gambalunga 27 - Info: 0541 704486 (segreteria Biblioteca) - www.bibliotecagambalunga.it

      Riccione, fino al 29 febbraio
      Analogo Digitale - vernissage New Digital Art Biennale
      Per la prima volta lo Spazio Tondelli ospitea la Nuova Biennale d’Arte Digitale, inaugurata il 1° novembre. La mostra, allestita nel foyer del Tondelli, è a cura di WoWA-GalleriaDigitaleTemporanea, porta il titolo di Analogo Digitale. 
      Il tema scelto da WoWA per partecipare a questa edizione è, come da titolo, “analogo digitale": un’esplorazione della realtà tangibile con gli occhi di chi vuole divertirsi con la dipendenza dalla rete e ingannare gli occhi troppo allenati alla vita online.
      La Nuova Biennale d’Arte Digitale partecipa in rete, con più di cento realtà artistiche nel mondo, al circuito internazionale The Wrong - New Digital Art Biennale: un evento che si svolge da oltre dieci anni e che nella scorsa edizione è balzato agli occhi dei galleristi newyorkesi per scovare artisti emergenti e nuove forme d'arte.
      Il vernissage è inserito nel programma del 55° Premio Riccione per il Teatro e seguirà Digital Desert, la sonorizzazione live del film di Michelangelo Antonioni Deserto Rosso; dopo una breve presentazione a cura di Annalisa Trapani, verranno proiettati tre cortometraggi di artisti internazionali e due spettacoli dal vivo di Flavio Scutti e Mara Oscar Cassiani, performer che ha recentemente vinto il primo premio all’edizione 2019 di Digitalive al RomaEuropa Festival.
      La mostra ospita le opere dei seguenti artisti:
      Zander Porter & Tess Altman(US), Brüno Melo (BR), Carmel Barnea Brezner Jonas (DE/IL), Juergen Trautwein (DE), Flavio Scutti (IT), Camille Zéhenne (FR), Çağlar Tahiroğlu (FR/TR), Milos Peskir (SR), inserirefloppino (IT), Nim Shapira(IL), April Lin (SE), David Guerrero (ES), Mara Oscar Cassiani (IT), Cinthya Escorcia (CO), Laura Nomisake (IT), Nicola Anthony (UK).
      La mostra sarà visitabile negli orari di apertura della biglietteria dello Spazio Tondelli, prima e dopo gli spettacoli, e virtualmente dal sito www.wowa.it, connesso all'HUB the Wrong.org, immenso padiglione immateriale visitabile e navigabile solo ed esclusivamente dal primo novembre 2019 al primo marzo 2020.
      Dove: Spazio Tondelli via Don Minzoni, 1 - www.facebook.com/events/1372981879530819/ - www.riccione.it/it/eventi

      Santarcangelo di Romagna, fino al 1 marzo
      Fragile. Mostra fotografica di Franco Gobbi
      Incontri, mostre ed eventi.La mostra si lega anche al progetto“Santarcangelo città del mondo”, che punta ad aprire una finestra sul mondo attraverso il coinvolgimento dei concittadini che hanno avuto successo fuori dal nostro territorio. La mostra prevede il coinvolgimento della modella Chiara Baschetti, che insiemea Franco Gobbi rappresenta perfettamentela capacità del nostro territorio di esprimere talenti nei campi più vari. A cura della Fondazione F.O.CU.S. Dove: Musas, Via della Costa, 26 - Info: 0541 624270 Informazioni Turistiche Santarcangelo. 

      Rimini, fino al 15 marzo
      Fellini 100 e La dolce vita. 
      Mostra itinerante dedicata a Federico Fellini.
      Si inaugura a Castel Sismondo, sabato 14 dicembre 2019, la mostra itinerante “Fellini 100 e La dolce vita exhibition”. L’esposizione rappresenta una sorta di anticipazione del progetto del nuovo Museo Fellini, che apre al pubblico a fine 2020. Allestito attraverso un sistema di “messe in scena” come set cinematografici, ruota attorno a tre nuclei di contenuti: il primo racconta la Storia d’Italia a partire dagli anni Venti-Trenta per passare poi al dopoguerra, per finire agli agli anni Ottanta attraverso l’immaginario dei film di Fellini.
      Il secondo nucleo è dedicato al racconto dei compagni di viaggio del regista, reali, immaginari, collaboratori e no. Infine il terzo nucleo è dedicato alla presentazione del progetto permanente del Museo Internazionale Federico Fellini.
      Dopo l’allestimento riminese, la mostra comincia il suo viaggio fermandosi a Roma in aprile fino a giugno 2020, per poi varcare i confini nazionali con esposizioni a Mosca e Berlino.
      Grazie a “Fellini 100 e La dolce vita exhibition” i visitatori potranno conoscere il materiale inedito acquisito e custodito nell'archivio comunale capace di fotografare l’immaginario e il percorso creativo felliniano.La mostra è curata da Studio Azzurro di Milano con la consulenza di Marco Bertozzi e Anna Villari.
      Ingresso a pagamento. Dove: Castel Sismondo, piazza Malatesta - www.mostrafellini100.it

      Riccione, fino al 29 febbraio
      Africa Bianca. Il mio viaggio in Malawi. M
      ostra fotografica di Alfonso Della Corte, allestita nella Sala Conferenze del Centro della Pesa (biblioteca comunale).
      Alfonso Della Corte, giovane fotografo salernitano, nel corso dei suoi numerosi viaggi, in Malawi ha collezionato una ricca serie di documenti e testimonianze che ha voluto raccogliere in un prezioso volume fotografico dal titolo Africa Bianca – Il mio viaggio in Malawi. Incuriosito dal fenomeno dell’albinismo in Africa, particolarmente frequente in alcuni stati quali il Malawi, Alfonso ha voluto documentarsi sull’argomento in modo approfondito ma non si è limitato a verificare il fenomeno per raccontarlo: ha conosciuto circa un migliaio di persone albine, vissuto con loro, capito i meccanismi che si celano dietro le sofferenze alle quali sono esposte, è entrato nelle relazioni interne tra individui appartenenti alla stessa famiglia ed allo stesso villaggio per capire, vivere e sentire cosa voglia dire essere albini in quell’angolo di mondo.
      Lo scopo della pubblicazione del volume Africa bianca – Il mio viaggio in Malawi, non intende fermarsi alla mera funzione divulgativa, ma vuole sensibilizzare l’opinione pubblica oltre ad essere aiuto concreto per gli albini d’Africa che, a causa della carenza di melanina nella loro epidermide, sono maggiormente esposti alle insidie del sole ed alle terribili malattie che esso causa. Parte dei proventi della vendita di Africa bianca – Il mio viaggio in Malawi, saranno destinati all’acquisto di presidi medici per alleviare le condizioni degli albini africani che hanno nell’agricoltura la loro unica fonte di sostentamento la quale, al tempo stesso, li espone all’azione aggressiva del sole contro la quale non adottano alcun tipo di protezione. Anche le banali creme e protezioni solari sono infatti rare e molto costose a causa della disastrosa economia malawiana, lasciando i poveri sventurati alla mercé di una serie di gravi malattie, alcune di esse mortali, quali il melanoma. Ingresso gratuito. Dove: Sala Conferenze del Centro della Pesa (biblioteca comunale), via Lazio 10 - Info: 0541 600504 - Biblioteca comunale - www.riccione.it/it/eventi/evento/africa-bianca-il-mio-viaggio-in-malawi

      Cattolica, fino al 16 febbraio 
      Ho riempito cartelle di sogno. In mostra dipinti e disegni originali di ivan Graziani
      Ivan Graziani (Teramo, 1945 – Novafeltria, 1997), artista dal talento indiscusso, personaggio atipico, decisamente "avanti" rispetto ai suoi contemporanei, rientra nell’olimpo dei cantautori italiani, implementandolo con la sua particolare visione. 
      Pochi però sono a conoscenza del suo percorso nelle arti visive. Un personaggio dalla personalità così spiccata ed un talento così versatile non poteva esaurire la sua creatività in un’unica disciplina: infatti insieme alla musica sviluppò quello che fu definito il suo “lato B” ovvero il percorso dell’Ivan Graziani disegnatore.
      Apertura nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle 16.00 alle 19.00.  Ingresso gratuito. Dove: Galleria Santa Croce - Info: 0541 966603 Galleria Comunale Santa Croce - www.facebook.com/galleriasantacroce/ - http://www.cattolica.net/mostra-dipinti-e-disegni-originali-di-ivan-graziani

      Rimini, fino al 15 marzo
      Sulla strada di Fellini. FELLINI 100 Un compleanno lungo un anno, 1920-2020
      Per ‘Fellini OpenLab’, la sezione temporanea di Fellini100, una mostra nella mostra arricchisce la prima esposizione multimediale dedicata a Fellini. Nelle stanze di Castel Sismondo, che ospita fino al 15 marzo la mostra ‘Fellini 100. Genio immortale’, dal 18 gennaio si può infatti ammirare -nella sezione temporanea ‘Fellini open lab’- un allestimento di foto inedite sul set del film La strada dalla collezione di Mauro Penzo a cura di Claudio Ballestrcci. Ingresso a pagamento. Dove: Castel Sismondo, piazza Malatesta - www.federicofellini.it/eventi - www.mostrafellini100.it